A La Spezia una mostra sul presepe tra arte antica e contemporanea, con opere di Maria Lai, Melotti e Pistoletto


La Fondazione Carispezia presenta nei suoi spazi espositivi spezzini una mostra che pone in dialogo i presepi settecenteschi di produzione genovese e lombarda con opere e installazioni contemporanee. 

Da sabato 11 dicembre 2021 a domenica 30 gennaio 2022 la Fondazione Carispezia presenta, nei suoi spazi espositivi di via Chiodo 36 a La Spezia, la mostra Admirabile signum. Il presepe tra arte antica e contemporanea. L’esposizione nasce da un’idea di Emanuele Martera che ne ha coordinato immagine e allestimento, è curata da Lara Conte e Alberto Salvadori che, per la parte relativa all’arte antica, hanno lavorato al percorso espositivo in collaborazione con Simonetta Maione e Giulio Sommariva, con il contributo di Andrea Marmori.

La rassegna pone in relazione importanti esemplari di presepe di produzione genovese e lombarda del XVIII secolo con un nucleo di opere e installazioni contemporanee, dando vita a un dialogo tra presente e passato, tra figurazione ed evocazione. Attraverso media e linguaggi diversi, nel corso del Novecento e nella contemporaneità, gli artisti si sono confrontati con uno dei temi più rappresentati nella storia dell’arte occidentale, fornendone interpretazioni che vanno oltre l’iconografia e la dimensione figurativa tradizionale. Accanto ai presepi settecenteschi il pubblico troverà creazioni di Roberto Almagno, Maria Lai, Marco Lodola, Fausto Melotti, Michelangelo Pistoletto, Guido Strazza.

Il percorso si sviluppa in sale tematiche che non seguono il rigido ordinamento cronologico. 

La mostra è corredata da un giornale-catalogo con un testo dei curatori Lara Conte e Alberto Salvadori e approfondimenti di Giuseppe Appella, Simonetta Maione, Andrea Marmori e Giulio Sommariva.

Per maggiori info: www.fondazionecarispezia.it

Orari: Tutti i giorni dalle 11 alle 20. Chiuso il lunedì. Ingresso gratuito. 

Immagine: Maria Lai, Presepio (particolare) (1956-2006; legno, terracotta, smalto, vernice, 50 x 200 x 100 cm; Collezione privata). Foto di Serge Dominigie. Courtesy © Archivio Maria Lai, by Siae 2021

Informazioni sulla mostra

Titolo mostra Admirabile signum. Il presepe tra arte antica e contemporanea
CittàLa Spezia
SedeFondazione Carispezia
DateDal 11/12/2021 al 30/01/2022
ArtistiMaria Lai, Fausto Melotti, Michelangelo Pistoletto, Marco Lodola e Giovanne Fra, Roberto Almagno, Guido Strazza
CuratoriAlberto Salvadori, Lara Conte
TemiArte contemporanea, Settecento, La Spezia, Presepe

A La Spezia una mostra sul presepe tra arte antica e contemporanea, con opere di Maria Lai, Melotti e Pistoletto
A La Spezia una mostra sul presepe tra arte antica e contemporanea, con opere di Maria Lai, Melotti e Pistoletto


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE


La donna come Madre Terra. Gli scatti di Dago in mostra a Milano
La donna come Madre Terra. Gli scatti di Dago in mostra a Milano
Tutto sulle donne: i ritratti femminili di Eve Arnold in mostra ad Abano Terme
Tutto sulle donne: i ritratti femminili di Eve Arnold in mostra ad Abano Terme
Carrara, una mostra indaga l'attuale diffusione della pittura astratta non geometrica
Carrara, una mostra indaga l'attuale diffusione della pittura astratta non geometrica
Cinecittà celebra il centenario di Federico Fellini con una mostra sulla sua collaborazione con Dante Ferretti
Cinecittà celebra il centenario di Federico Fellini con una mostra sulla sua collaborazione con Dante Ferretti
Shirin Neshat presenta la sua trilogia che racconta il mondo dei sogni delle iraniane
Shirin Neshat presenta la sua trilogia che racconta il mondo dei sogni delle iraniane
Milano e la moda nelle fotografie di Gian Paolo Barbieri, una mostra a Palazzo Pirelli
Milano e la moda nelle fotografie di Gian Paolo Barbieri, una mostra a Palazzo Pirelli