Al Louvre una grande mostra sulla scultura del Rinascimento da Donatello a Michelangelo


Dal 22 ottobre 2020 al 18 gennaio 2021 il Louvre ospita una grande mostra sulla scultura rinascimentale da Donatello a Michelangelo. La mostra si sposterà poi a Milano.

Apre domani al Louvre la mostra Le Corps et l’Âme. De Donatello à Michel-Ange. Sculptures italiennes de la Renaissance, in programma fino al 18 gennaio 2021. Con 140 opere, la mostra, organizzata in collaborazione col Castello Sforzesco di Milano, intende ripercorrere la storia della scultura italiana del Rinascimento da Donatello a Michelangelo. Terminata la rassegna del Louvre, la mostra si sposterà proprio al Castello Sforzesco, dal 5 marzo al 6 giugno 2021.

Centrata sulla figura umana, oltre che sull’espressività e sul sentimento nella scultura rinascimentale, la mostra, a cura di Beatrice Paolozzi Strozzi, Francesca Tasso e Marc Bormand, promette di condurre il pubblico alla scoperta di artisti meno noti e di opere difficilmente accessibili per via dei luoghi in cui si trovano (chiese, piccoli comuni, depositi) per inserirle in un contesto teso a evidenziare i principali temi dell’arte italiana dalla seconda metà del Quattrocento fino ad arrivare a Michelangelo.

La mostra è articolata in tre sezioni (“Il furore e la grazia”, “Commuovere e convincere”, “Da Dionisio a Apollo”) ed espone anche prestiti importanti da musei internazionali: per esempio, dal Metropolitan Museum di New York arriva il Cupido arciere attribuito a Michelangelo (1497 circa), il Crocifisso di Donatello e l’Ercole e Anteo del Pollaiolo, entrambi del Bargello. Esposti anche due Prigioni di Michelangelo del Louvre, sottoposti a un test per appurare che lo stato conservativo ne consentisse il breve spostamento, ovvero dalla Gallerie Michel-Ange, dove abitualmente si trovano, alla Hall Napoléon, sede della mostra.

Ci sono anche dipinti in mostra, come il Cristo risorto del Bramantino, la Pietà di Cosmè Tura, la Deposizione di Cristo nel sepolcro in affresco. Come si diceva, in prestito anche opere da musei più piccoli, come il San Sebastiano di Andrea Della Robbia, conservato nel Museo Civico e Diocesano di Montalcino e restaurato per l’occasione presso l’Opificio delle Pietre Dure di Firenze.

Per maggiori informazioni è possibile visitare il sito del Louvre.

Immagine: Tullio Lombardo, Giovane coppia o Bacco e Arianna (Vienna, Kunsthistorisches Museum)

Al Louvre una grande mostra sulla scultura del Rinascimento da Donatello a Michelangelo
Al Louvre una grande mostra sulla scultura del Rinascimento da Donatello a Michelangelo


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Firenze     Barocco     Toscana     Roma