Palazzo Albergati - La collezione Gelman

Rinascimento - Finestre sull'Arte

La Madonna di Senigallia di Piero della Francesca: l'astratta poesia della luce

La Madonna di Senigallia di Piero della Francesca: l'astratta poesia della luce

Sembrerà strano, ma non conosciamo fonti antiche che citino uno dei maggiori capolavori del Rinascimento, la celeberrima Madonna di Senigallia di Piero della Francesca (Borgo San Sepolcro, 1412 - 1492). La prima menzione di quella che possiamo senza ...
Leggi tutto...
Le specie vegetali della Primavera di Sandro Botticelli

Le specie vegetali della Primavera di Sandro Botticelli

"E perché allor tutto apre Primavera, / Il suol pregno diradasi, e si rende / Vinta la densa frigidezza austera; / Dall'aperta stagion detto pretende / L'April; di cui tutta fa sua la lode / Venere alma, e la man sopra vi stende. / Suo gran merto...
Leggi tutto...
Daniele da Volterra: i dipinti d'Elci in mostra alla Galleria Corsini

Daniele da Volterra: i dipinti d'Elci in mostra alla Galleria Corsini

Sarà stata colpa dell'insolito tepore di una serata romana di fine febbraio, oppure del traffico disordinato di persone e veicoli sul Lungotevere al termine della giornata, o ancora (e più probabile) della stretta attualità dei presupposti che ...
Leggi tutto...
Simonetta Vespucci: era davvero musa e amante di Sandro Botticelli?

Simonetta Vespucci: era davvero musa e amante di Sandro Botticelli?

La "bella Simonetta", la "sans par": questi i due soprannomi con cui è passata alla leggenda una delle più celebri nobildonne del Rinascimento fiorentino, Simonetta Vespucci, nata Cattaneo (Genova o Portovenere, 1453 - Firenze, 1476). Una donna riten...
Leggi tutto...

La Pietà di Palestrina: la più celebre opera “non di Michelangelo”

Era il 1756 quando lo storico prenestino Leonardo Cecconi, nella sua Storia di Palestrina, dava conto di una Pietà che allora si trovava nella chiesa di Santa Rosalia, e per la precisione nella cappella Barberini: era descritta come "una statua rappr...
Leggi tutto...

Cosa c'è dietro alla Madonna del Cardellino di Raffaello

Gombrich diceva che quando osserviamo un dipinto (o un'opera d'arte in generale), spesso non pensiamo agli enormi sforzi, ai sacrifici, alle notti insonni che un artista ha passato per studiare un particolare, per scegliere la giusta nuance di colore...
Leggi tutto...

La Natività di Zacchia da Vezzano: storia della pala rubata e ritrovata, in parte, a pezzi

"Le rimanenti parti non sono riapparse ancora, ma la diffusione della fotografia del dipinto si spera che conduca al completo recupero di esso onde poterlo ricomporre nella chiesa per cui venne eseguito". Questo auspicio chiudeva un articolo apparso ...
Leggi tutto...

Il “pulpito meraviglioso” di Donatello e Michelozzo per il Duomo di Prato

Lo scorso anno, su queste pagine, avevamo scritto di come la città di Prato sia nota, tra le altre cose, per il culto della Sacra Cintola, ovvero la cintura che la Madonna avrebbe donato a san Tommaso come prova dell'Assunzione al cielo. O almeno cos...
Leggi tutto...



Articoli meno recenti... | Ultima pagina
Totale: 6 pagine





Galleria Continua

Login

Username / EmailPassword

Ricordami

Password dimenticata?

Non hai ancora un account? Registrati ora!!!

Tag cloud


Patrimonio     Politica e beni culturali     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Barocco     Quattrocento     Riforme     Cinquecento     Ottocento     Firenze     Genova     Novecento     Arte medievale    

Strumenti utili