I guerrieri di Sandro Chia inaugurano il nuovo spazio milanese di Area\B


Prima mostra ad essere allestita nel nuovo spazio milanese della galleria AreaB è Sandro Chia. L’esercito dell’imperatore

Apre il nuovo spazio milanese della galleria AreaB e prima mostra a essere allestita è Sandro Chia. L’esercito dell’imperatore, dedicata a Sandro Chia (Firenze, 1946), uno dei principalu esponenti della Transavanguardia. I visitatori potranno vedere dal 17 maggio al 19 luglio 2019 una selezione dei guerrieri di Xi’An: sei guerrieri in terracotta policroma a dimensione naturale e un cavallo, oltre a una serie di dipinti di grandi dimensioni. 

Con questa personale curata da Alberto Fiz si intende riflettere su un particolare aspetto dell’artista che si appropria dell’archeologia per decontestualizzarla e per attualizzarla.

I guerrieri dell’esercito di terracotta risalenti al III secolo a.C vennero scoperti casualmente da un contadino durante lo scavo di un pozzo: si trattò di uno dei più importanti rinvenimenti della storia cinese inseriti nell’elenco dei Patrimoni dell’Umanità Unesco.
Chia ha realizzato un intervento pittorico su questi soldati provenienti dalla regione di Xi’An, evocando la matrice originale rispetto a esemplari che già alla loro nascita erano dipinti con colori vivaci.

L’artista ha voluto immaginare nuovamente l’esercito cinese e dopo aver realizzato, tra il 2009 e il 2010, una serie di copie fedeli in terracotta, le ha svelate attraverso un uso trasgressivo del segno pittorico. La sua azione, con colori forti, dall’arancione al blu elettrico, permette di dare una seconda vita ai soldati dell’imperatore che diventano, a duemila anni di distanza dalla loro creazione, icone della contemporaneità.

“Chia agisce sulla pelle della scultura con innesti, tatuaggi e improvvise contaminazioni (si potrebbe persino parlare di body painting) lasciando immutato il corpo originale. In tal senso, la sua azione appare carica di forte ambiguità dove lo svelare porta con sé un’azione di occultamento. In tal modo, la nostalgia verso l’antico diventa catartica per rileggere la realtà di oggi.L’artista toscano, dunque, costruisce i suoi mascheramenti e ci invita ad osservare l’esercito risorto, ben consapevole che la sua pittura assume un potere linguistico destabilizzante” spiega il curatore.

Per info: www.areab.it

Orari: Da lunedì a venerdì dalle ore 10 alle 18; sabato su appuntamento. Chiuso domenica. 

Ingresso libero.

Immagine: Sandro Chia, Guerriero di Xi’An (2010; terracotta policroma, 190 cm circa)

Informazioni sulla mostra

Titolo mostraSandro Chia. L'esercito dell'imperatore
CittàMilano
Sedegalleria AreaB
DateDal 17/05/2019 al 19/07/2019
ArtistiSandro Chia
TemiNovecento

I guerrieri di Sandro Chia inaugurano il nuovo spazio milanese di Area\B
I guerrieri di Sandro Chia inaugurano il nuovo spazio milanese di Area\B


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE


La grande mostra di Giulio Romano a Mantova. Ecco cosa vedremo in autunno a Palazzo Ducale
La grande mostra di Giulio Romano a Mantova. Ecco cosa vedremo in autunno a Palazzo Ducale
Gli Eroi di Georg Baselitz in mostra a Roma
Gli Eroi di Georg Baselitz in mostra a Roma
Nove secoli di ceramica di Montelupo Fiorentino. La grande mostra con 120 opere dal 1200 a oggi
Nove secoli di ceramica di Montelupo Fiorentino. La grande mostra con 120 opere dal 1200 a oggi
In mostra per la prima volta alla Queen's Gallery disegni di Leonardo invisibili
In mostra per la prima volta alla Queen's Gallery disegni di Leonardo invisibili
L'Adorazione del Bambino restaurata di Michelangelo Anselmi in mostra a Milano
L'Adorazione del Bambino restaurata di Michelangelo Anselmi in mostra a Milano
Liu Bolin, “l’uomo invisibile” dell'arte contemporanea è in mostra al Vittoriano
Liu Bolin, “l’uomo invisibile” dell'arte contemporanea è in mostra al Vittoriano