Da Munch a Degas, una mostra al Van Gogh Museum racconta le acquisizioni degli ultimi 10 anni


Dal 5 febbraio al 24 maggio 2021 il Van Gogh Museum di Amsterdam apre una grande mostra in cui presenta le acquisizioni degli ultimi dieci anni.

Parte il 5 febbraio 2021, al Van Gogh Museum di Amsterdam, la mostra Here to Stay: A decade of remarkable acquisitions and their stories, rassegna che racconta al pubblico le acquisizioni degli ultimi dieci anni del museo olandese. Dipinti, disegni, stampe, sculture, lettere e oggetti che sono entrati a far parte della collezione dell’istituto grazie a donazioni o ad acquisti: si tratta non solo di opere riconducibili all’estro di Vincent van Gogh (il museo, com’è noto, ospita la più vasta collezione mondiale di opere di Van Gogh), ma dal momento che nella raccolta figurano opere dei più grandi artisti del suo tempo, le acquisizioni riguardano soprattutto altri artisti.

Ci sono opere di Edgar Degas, Berthe Morisot, Edvard Munch, Henri de Toulouse-Lautrec, Félix Vallotton, giusto per citare alcuni dei nomi più importanti, ma le acquisizioni includono anche pezzi di artisti meno noti, come Henri Guérard. Le acquisizioni, fa sapere il museo, giocano un ruolo centrale nelle politiche dell’istituto: la mostra intende dunque sottolineare anche perché il Van Gogh Museum sia così attivo nell’ambito delle acquisizioni. Non mancheranno poi le storie personali dei curatori che hanno lavorato per rendere possibili le acquisizioni: ci sarà spazio per il racconto delle loro emozioni di fronte a un’opera importante appena scoperta, per esempio nel legato di un collezionista. E poi ancora le storie dei collezionisti, di coloro che hanno supportato il museo negli anni, e anche quelle di dieci cittadini di Amsterdam che sono stati per l’occasione invitati a raccontare una storia sulla loro opera preferita tra quelle in mostra (l’idea è che le opere, in quanto proprietà dello Stato, siano proprietà di tutti). E tra i “pezzi forti” della rassegna c’è poi anche una lettera di Van Gogh, che è stata meticolosamente restaurata.

Una mostra, dunque, che si concentra sia sulla storia dell’arte, sia sulle storie dell’arte, e che si pone anche l’obiettivo di introdurre i visitatori a nuovi punti di vista delle opere. “Un’opera d’arte”, dichiarano gli organizzatori, “non è statica, e la collezione di un museo vive e respira”. La mostra rimarrà aperta dal 5 febbraio fino al 24 maggio 2021. Per tutte le informazioni è possibile visitare il sito del Van Gogh Museum.

Nell’immagine: Edvard Munch, Ritratto di Felix Auerbach (1906; olio su tela, 85,4 x 77,1 cm; Amsterdam, Van Gogh Museum)

Informazioni sulla mostra

Titolo mostraHere to Stay: A decade of remarkable acquisitions and their stories
CittàAmsterdam
SedeVan Gogh Museum
DateDal 05/02/2021 al 24/05/2021
ArtistiVincent van Gogh, Berthe Morisot, Edgar Degas, Edvard Munch, Henri de Toulouse-Lautrec, Félix Vallotton, Henri Guérard
TemiHenri de Toulouse-Lautrec, Vincent Van Gogh, Edgar Degas, Amsterdam, Van Gogh Museum, Edvard Munch

Da Munch a Degas, una mostra al Van Gogh Museum racconta le acquisizioni degli ultimi 10 anni
Da Munch a Degas, una mostra al Van Gogh Museum racconta le acquisizioni degli ultimi 10 anni


Finestre sull'arte
Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Cinquecento     Novecento     Ottocento     Quattrocento     Toscana     Firenze     Barocco     Roma