Surrealismo e magia alla Collezione Peggy Guggenheim. I Public Programs per tutte le età


La Collezione Peggy Guggenheim organizza, nell’ambito della mostra Surrealismo e magia, i Public Programs, un articolato programma di eventi e di attività collaterali legati ai temi dell’esposizione. Scopri come partecipare. 

Nell’ambito della mostra Surrealismo e magia. La modernità incantata allestita fino al 26 settembre 2022 alla Collezione Peggy Guggenheim e curata da Grazina Subelyte, la sede museale di Palazzo Venier dei Leoni organizza un articolato programma di eventi e di attività collaterali, i Public Programs, legati ai temi della rassegna e destinate a varie tipologie di pubblico. Gli appuntamenti partiranno dal percorso espositivo per divulgare, approfondire e analizzare le tematiche principali, quali l’occulto, la magia, l’alchimia, l’onirico e l’inconscio; saranno completamente gratuiti e resi possibili grazie alla Fondazione Araldi Guinetti, Vaduz.

Avviati nel mese di aprile, i Public Programs proseguono anche a maggio e si parlerà di fluidità e di trasformazione. Si parte il 5 maggio alle ore 18, data in cui gli insegnanti potranno seguire una visita guidata con la curatrice, che si terrà sia in presenza che da remoto, con l’obiettivo di approfondire i concetti chiave della mostra, incluse le tematiche di fluidità e metamorfosi. L’11 maggio alle ore 18 il pubblico è invitato invece a partecipare al webinar Vivere con Leonora, in cui la giornalista e scrittrice Joanna Moorhead, cugina dell’artista surrealista Leonora Carrington, approfondirà insieme alla curatrice alcune vicende della storia dell’artista, compresi episodi, legami e connessioni con la vita di Peggy Guggenheim. Il 17 maggio alle ore 18 la curatrice sarà in conversazione con Cecilia Alemani, direttrice artistica della 59esima Biennale di Venezia: in un incontro online approfondiranno il tema dell’ibridazione e della metamorfosi nell’arte, non solo in riferimento al movimento surrealista, ma indagando anche le ultime ricerche artistiche che riguardano il contemporaneo. Il 26 e 27 maggio saranno invece i giovani tra i 16 e i 25 anni i protagonisti del workshop Naked lobsters: muse indisciplinatə, a cura di Call Monica, collettivo nato dal corso di Teatro e Arti Performative dell’Università Iuav di Venezia. Call Monica accompagnerà i partecipanti in un laboratorio di due giorni che intende essere un percorso di conoscenza del sé e un’analisi dello sguardo, inteso come costruzione culturale e vettore di potere. Il workshop terminerà con una performance negli spazi della Collezione Peggy Guggenheim.

Gli appuntamenti proseguiranno nel mese di giugno, dedicato alla figura dell’artista mago capace di cambiare il mondo. Il 23 giugno alle ore 18 si terrà webinar L’artista come mago e incantatore, con Alice Mahon, professoressa di arte moderna e contemporanea presso l’Università di Cambridge, Susan Aberth, professoressa di Storia dell’Arte presso il Bard College di New York, e la curatrice della mostra Surrealismo e magia Grazina Subelyte. Il 28 e 29 giugno si terrà invece il workshop Surrealismo multilayer pensato per giovani tra i 16 e i 25 anni, in collaborazione con BigRock. Institute of Magic Technologies, la più grande scuola di animazione in Italia. Insieme ai creativi di Big Rock, il laboratorio si propone come momento essenziale per riflettere sulla forza creativa della mente e sulla capacità di creare dimensioni alternative, anche grazie agli strumenti digitali attuali.

Il ciclo dei Public Programs si chiuderà a settembre, dedicato al tema del sogno. Il 15 settembre alle ore 18 il pubblico sarà invitato a partecipare al webinar Sogno, mito e desiderio. L’immaginario onirico nell’opera di Leonora Carrington, Leonor Fini, Dorothea Tanning e Remedios Varo, condotto dalla curatrice e da Giulia Ingarao, professoressa di Storia dell’Arte Contemporanea e autrice di Leonora Carrington. Un viaggio nel Novecento. Dal sogno surrealista alla magia del Messico. Infine il 21 settembre i giovani tra i 16 e i 25 anni saranno protagonisti del workshop di disegno Il colore dei miei sogni, tenuto dall’illustratrice francese Laura Daniel.

Ma non è finita qui. Anche alcuni dei laboratori della domenica pensati per i bambini dai 4 ai 10 anni saranno ispirati alla mostra in corso. Da aprile a settembre un Kids Day al mese seguirà le diverse tematiche dei Public Programs. Si comincia il 10 maggio con Una donna imbocca la luna dentro una lanterna persa nel cielo notturno, un laboratorio che darà la possibilità di familiarizzare con le opere surrealiste decodificandone l’iconologia e i significati simbolici. Si prosegue il 15 maggio con Esseri ibridi in un mondo senza genere, che inviterà a scoprire gli esseri magici che popolano la mostra. Il 12 giugno sarà la volta di Magia! Ho visto cose che voi umani…, laboratorio che avrà l’obiettivo di rendere visibile l’invisibile, mentre il 25 settembre l’appuntamento sarà con I sogni son desideri!, workshop incantato in cui ognuno condividerà le proprie ambizioni o esorcizzerà i propri timori. I Kids Day sono gratuiti e richiedono la prenotazione a partire dal lunedì precedente ciascun appuntamento.

Tutte le informazioni sugli appuntamenti e le modalità per partecipare sono disponibili a questo link

Surrealismo e magia alla Collezione Peggy Guggenheim. I Public Programs per tutte le età
Surrealismo e magia alla Collezione Peggy Guggenheim. I Public Programs per tutte le età


La consultazione di questo articolo è e rimarrà sempre gratuita. Se ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante, iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER