Il Museo Egizio di Torino lancia un tour virtuale per ragazzi e un videogioco


È online il tour virtuale in 3D per bambini e ragazzi lanciato dal Museo Egizio di Torino che conduce in due delle principali sale della sede museale. Il tour include anche un videogioco.

Il Museo Egizio di Torino lancia online il tour virtuale per bambini e ragazzi dedicato a due delle sale principali della sede museale, grazie alla collaborazione con la cooperativa Indici Opponibili, specializzata in videogiochi e app didattiche.

Sul sito http://virtualtourragazzi.museoegizio.it è possibile visitare, mediante i propri dispositivi, la sala dedicata all’antico villaggio di Deir el-Medina, abitato da artigiani, artisti e operai, che lavoravano alle tombe nella Valle dei Re e delle Regine vicino a Luxor, e la sala che ospita il corredo funerario di Kha e Merit, unico corredo intatto del Nuovo Regno conservato fuori dall’Egitto.

Il tour virtuale è stato realizzato a partire da una serie di foto panoramiche a 360 gradi in alta definizione, scattate dai fotografi del museo: un tour in 3D delle due sale che offre la possibilità a bambini e ragazzi di osservare i reperti in modo inedito. Sono presenti inoltre alcuni contributi video in cui le egittologhe e curatrici del museo Alessia Fassone e Federica Facchetti svelano i segreti dell’antico Egitto.

Il virtual tour offre anche la possibilità di accedere alla Cappella di Maya, esperienza non ammessa visitando di persona il museo, e di interagire con la collezione museale.

Il tour include anche un videogioco della durata di circa dieci minuti, che vede protagonista una bambina, Aida, risucchiata in un loop spazio-temporale mentre visita il museo.

Il Museo Egizio di Torino lancia un tour virtuale per ragazzi e un videogioco
Il Museo Egizio di Torino lancia un tour virtuale per ragazzi e un videogioco


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE