Un altro restauro ignorante in Spagna: sfigurato rilievo degli anni Venti


In Spagna non finiscono i restauri atroci: questa volta a farne le spese è un rilievo degli anni Venti a Palencia, orrendamente sfigurato.

La Spagna si conferma sempre più patria dei restauri devastanti: dopo il caso più recente, una copia da Murillo atrocemente ridipinta quest’estate, ultimo restauro ignorante di una lunga serie, questa volta tocca a Palencia, importante città di 80mila abitanti della Castiglia, dove il restauro di un rilievo sulla facciata di un edificio del 1923 ha causato indignazione e ilarità. L’edificio, al numero 9 di Calle Mayor, la strada principale della città castigliana, è la ex sede della Federación Católica-Agraria (oggi invece è sede di un istituto bancario), e il rilievo rappresenta (o meglio, forse è il caso di dire... “rappresentava”) un’allegoria dell’agricoltura, con una contadina davanti a una coppia di animali da basto.

Il volto della donna è stato orrendamente sfigurato, e sui social spagnoli si sprecano i commenti: “sembra un cartone animato”, afferma il pittore Antonio Guzmán Capel, il primo a essersi accorto dell’orribile intervento. Secondo altri voleva essere un omaggio a Picasso, per altri ancora il volto ricorda quello di Donald Trump, e tutti ricordano il caso, divenuto famoso in tutto il mondo, dell’Ecce Homo di Borja, il primo dei famigerati “restauri spagnoli” a ottenere fama mondiale: insomma, l’ironia corre sulla rete dopo l’ennesimo disastro dei restauratori improvvisati che sono diventati una sorta di piaga in Spagna. La ex sede della Federación Católica-Agraria è uno degli edifici più appariscenti della Calle Mayor, ma ancora non è stata fatta luce sull’accadimento: forse, si ipotizza sul quotidiano Publico.es, durante i recenti lavoro di restauro dell’edificio una parte del rilievo si è staccata ed è stata dunque malamente sostituita, probabilmente nella speranza che nessuno si accorgesse del misfatto.

Si riaccende dunque in Spagna il dibattito sulla professione del restauratore, che si era già animato quest’estate: nel paese iberico, infatti, la professione non è regolamentata e obiettivo dell’Associazione Professionale di Conservatori e Restauratori di Spagna (ACRE) è quello di cambiare lo stato delle cose.

Nelle immagini che seguono: l’edificio della Federación Católica-Agraria (da Google) e il rilievo prima e dopo.

Vedi anche: i 10 restauri più strani o più disastrosi degli ultimi tempi

 

Un altro restauro ignorante in Spagna: sfigurato rilievo degli anni Venti
Un altro restauro ignorante in Spagna: sfigurato rilievo degli anni Venti


Finestre sull'arte
Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Cinquecento     Novecento     Ottocento     Quattrocento     Toscana     Firenze     Barocco     Roma