Un altro restauro ignorante in Spagna: sfigurato rilievo degli anni Venti


In Spagna non finiscono i restauri atroci: questa volta a farne le spese è un rilievo degli anni Venti a Palencia, orrendamente sfigurato.

La Spagna si conferma sempre più patria dei restauri devastanti: dopo il caso più recente, una copia da Murillo atrocemente ridipinta quest’estate, ultimo restauro ignorante di una lunga serie, questa volta tocca a Palencia, importante città di 80mila abitanti della Castiglia, dove il restauro di un rilievo sulla facciata di un edificio del 1923 ha causato indignazione e ilarità. L’edificio, al numero 9 di Calle Mayor, la strada principale della città castigliana, è la ex sede della Federación Católica-Agraria (oggi invece è sede di un istituto bancario), e il rilievo rappresenta (o meglio, forse è il caso di dire... “rappresentava”) un’allegoria dell’agricoltura, con una contadina davanti a una coppia di animali da basto.

Il volto della donna è stato orrendamente sfigurato, e sui social spagnoli si sprecano i commenti: “sembra un cartone animato”, afferma il pittore Antonio Guzmán Capel, il primo a essersi accorto dell’orribile intervento. Secondo altri voleva essere un omaggio a Picasso, per altri ancora il volto ricorda quello di Donald Trump, e tutti ricordano il caso, divenuto famoso in tutto il mondo, dell’Ecce Homo di Borja, il primo dei famigerati “restauri spagnoli” a ottenere fama mondiale: insomma, l’ironia corre sulla rete dopo l’ennesimo disastro dei restauratori improvvisati che sono diventati una sorta di piaga in Spagna. La ex sede della Federación Católica-Agraria è uno degli edifici più appariscenti della Calle Mayor, ma ancora non è stata fatta luce sull’accadimento: forse, si ipotizza sul quotidiano Publico.es, durante i recenti lavoro di restauro dell’edificio una parte del rilievo si è staccata ed è stata dunque malamente sostituita, probabilmente nella speranza che nessuno si accorgesse del misfatto.

Si riaccende dunque in Spagna il dibattito sulla professione del restauratore, che si era già animato quest’estate: nel paese iberico, infatti, la professione non è regolamentata e obiettivo dell’Associazione Professionale di Conservatori e Restauratori di Spagna (ACRE) è quello di cambiare lo stato delle cose.

Nelle immagini che seguono: l’edificio della Federación Católica-Agraria (da Google) e il rilievo prima e dopo.

Vedi anche: i 10 restauri più strani o più disastrosi degli ultimi tempi

 

Un altro restauro ignorante in Spagna: sfigurato rilievo degli anni Venti
Un altro restauro ignorante in Spagna: sfigurato rilievo degli anni Venti


Acquista il nostro libro Cronache dal mondo dell'arte 2020
Tutto il 2020 in un libro di 430 pagine con 60 fotografie a colori, in una selezione di 60 articoli scelti dalla redazione di Finestre sull'Arte.
CLICCA QUI
PER INFORMAZIONI



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Firenze     Barocco     Toscana     Roma    

NEWSLETTER