All'Albertina la più grande mostra sulla storia della pittura di paesaggio, da Dürer a Klee


All’Albertina di Vienna è in corso fino al 22 agosto 2021 la più grande mostra sulla storia della pittura di paesaggio, attraverso cinque secoli.

Fino al 22 agosto 2021 all’Albertina a Vienna è visitabile la mostra Città e paesaggio. Tra sogno e realtà. Esposti capolavori che fanno parte delle collezioni del museo, alcuni dei quali non sono stati visibili per anni, che fanno comprendere come il viaggio abbia sempre ispirato gli artisti attraverso il Grand Tour e la pittura di paesaggio. 170 opere che comprendono cinque secoli: dalle raffinate incisioni di Dürer alla natura di Paul Klee, passando attraverso Bruegel, Rembrandt, Canaletto, Boucher, Caspar David Friedrich, Menzel, Jacob Alt, Rudolf von Alt, Cézanne, Kubin, Emile Nolde. 

L’Albertina intende proporre la più grande indagine sulla storia della pittura di paesaggio, rendendo visibili al pubblico capolavori di fama mondiale e opere uniche. Partendo dagli inizi della pittura paesaggistica, primo tra tutti Albrecht Dürer, si giunge a Bruegel, Rembrandt e all’età dell’Oro olandese, panorami urbani del Rinascimento e vedute ravvicinate, visioni utopiche di paesaggi arcadici e visioni realistiche della natura dall’età industriale; e ancora, le immagini del sublime di Caspar David Friedrich, nonché le visioni e distopie di Alfred Kubin e i sogni infantili di natura giocosa di Paul Klee. Infine, opere chiave del paesaggio romantico e della pittura ad acquerello austriaca del Novecento, come le vedute di Vienna di Jakob e Rudolf von Alt. Jakob Alt è presente nelle collezioni con un notevole numero di opere, tra cui Veduta dallo studio del pittore a Alservorstadt verso Dornbach (1836). Quest’ultimo è considerato come il capostipite di una famosa famiglia di pittori viennesi. 

La maggior parte dei dipinti di paesaggio in mostra è stata acquisita dal fondatore del museo, il duca Alberto di Sassonia-Teschen, interessato in particolar modo ai disegni paesaggistici di grande formato della fine del Settecento e dell’inizio dell’Ottocento: collezionava ad esempio paesaggi di Adrian Zingg e dei suoi allievi per la loro qualità artistica e perché gli ricordavano la sua ex patria, la Sassonia. Durante i suoi ultimi anni, il duca Alberto si concentrò sull’acquisizione di paesaggi, di cui viene presentata in esposizione una ricca selezione.

Per maggiori info: https://www.albertina.at/en/exhibitions/city-and-landscape/

Immagine: Jakob Alt: Veduta di Vienna (1817; Vienna, Albertina)

Informazioni sulla mostra

Titolo mostraCittà e paesaggio. Tra sogno e realtà
CittàVienna
SedeAlbertina
DateDal 26/03/2021 al 22/08/2021
ArtistiCanaletto, Albrecht Dürer, Rembrandt, Paul Klee, Pieter Bruegel, Boucher, Caspar David Friedrich, Menzel, Jacob Alt, Rudolf von Alt, Cézanne, Kubin, Emile Nolde
TemiVienna, Albrecht Dürer, Albertina, Paul Klee

All'Albertina la più grande mostra sulla storia della pittura di paesaggio, da Dürer a Klee
All'Albertina la più grande mostra sulla storia della pittura di paesaggio, da Dürer a Klee


La consultazione di questo articolo è e rimarrà sempre gratuita. Se ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante, iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Cinquecento     Novecento     Ottocento     Quattrocento     Toscana     Firenze     Barocco     Roma