Il Museo del Novecento di Milano dedica una grande retrospettiva a Filippo de Pisis


Dal 4 ottobre 2019 all’1 marzo 2020 il Museo del Novecento di Milano dedica una grande retrospettiva a Filippo de Pisis, tra i protagonisti della pittura tra le due guerre.

Apre il 4 ottobre 2019 presso il Museo del Novecento di Milano De Pisis, la più grande retrospettiva milanese degli ultimi cinquant’anni, visitabile al pubblico fino all’1 marzo 2020. 

Curata da Pier Giovanni Castagnoli in collaborazione con Danka Giacon, conservatrice del Museo del Novecento, la mostra intende ripercorrere l’attività artistica del ferrarese Filippo de Pisis (Ferrara, 1896 - Milano, 1956), sottolineando come l’artista sia stato tra i più significativi protagonisti della pittura tra le due guerre.

Saranno esposti oltre novanta dipinti, tra i più lirici della sua produzione, spaziando da vedute urbane, nature morte e fantasie marine. Il percorso espositivo sarà suddiviso cronologicamente in dieci sale: si partirà dagli esordi nel 1916 e dall’incontro con la pittura metafisica di de Chirico per giungere agli inizi degli anni Cinquanta, quando il pittore venne ricoverato nella clinica psichiatrica di Villa Fiorita. 

De Pisis non ha mai aderito solamente a una corrente: nel corso del Novecento ha viaggiato molto e ha sperimentato vari movimenti pittorici realizzando opere caratterizzate da una continua ricerca espressiva

Le opere in mostra provengono dai principali musei italiani, tra cui la Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea di Ferrara, il Museo delle Regole Mario Rimoldi di Cortina d’Ampezzo, la Galleria d’Arte Moderna di Torino, il Mart di Trento e Rovereto, Ca’ Pesaro di Venezia e la Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea di Roma. Tra i dipinti presenti, Le cipolle di Socrate (1926) e Soldatino francese (1937); in linea generale, le opere affronteranno i temi fondamentali della sua poetica: dai paesaggi montani ai ritratti, questi ultimi in grado di cogliere la personalità del soggetto raffigurato.

La mostra è promossa e prodotta da Comune di Milano | Cultura e dalla casa editrice Electa con il sostegno dell’Associazione per Filippo de Pisis. Da primavera 2020 l’esposizione sarà ospitata al Museo Nazionale Romano di Palazzo Altemps

Per info: www.museodelnovecento.org

Orari: Lunedì dalle 14.30 alle 19.30; martedì, mercoledì, venerdì, domenica dalle 9.30 alle 19.30; giovedì e sabato dalle 9.30 alle 22.30. 

Biglietti: Intero 5 euro, ridotto 3 euro. 

Immagine: Filippo de Pisis, Le cipolle di Socrate (1926; 42,5 x 55 cm; Ferrara, Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea Filippo de Pisis)

 

Il Museo del Novecento di Milano dedica una grande retrospettiva a Filippo de Pisis
Il Museo del Novecento di Milano dedica una grande retrospettiva a Filippo de Pisis


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER