Da Guercino a De Nittis: a Domodossola in mostra le collezioni Ceci e Poscio


Aprirà al pubblico domenica a Domodossola la mostra ’Da Guercino a De Nittis’. In mostra importanti opere delle collezioni Ceci e Poscio.

Aprirà al pubblico domenica 28 maggio presso la Casa De Rodis di Domodossola (Verbania) la mostra Tra Guercino e De Nittis. Due collezioni s’incontrano, che vedrà l’esposizione dei nuclei principali delle collezioni di Antonio Ceci (1852 - 1920), chirurgo marchigiano ma pisano d’adozione, e Alessandro Poscio (1928 - 2013), imprenditore piemontese attivo nel settore dell’edilizia. I capolavori delle loro collezioni d’arte saranno messi a confronto per mettere in luce differenze e affinità di vedute tra due collezionisti animati da interessi artistici similari: Ceci e Poscio, in particolare, erano attratti dalle vedute naturali segnate dalla presenza umana, ed avevano una particolare predilezione per l’arte dell’Ottocento e per l’arte antica. Le opere della collezione Ceci, provenienti da Ascoli Piceno, sono di artisti come Pietro da Cortona, Guercino, Luca Giordano, Alessandro Magnasco, Giuseppe Pellizza da Volpedo. La collezione Poscio invece vedrà opere di, tra gli altri, Telemaco Signorini, Antonio Fontanesi, Giovanni Fattori.

Durante la mostra, curata da Stefano Papetti (direttore della Pinacoteca Civica di Ascoli Piceno), saranno presentate anche opere inedite, come un San Girolamo attribuito a Lionello Spada e una Madonna in preghiera del giovane Sassoferrato. Il catalogo è edito da Cattaneo Editore, conta saggi di importanti studiosi (Dario Gnemmi, Fernando Mazzocca, Maria Silvia Proni, Paule Quinsac, Carlo Sisi, Cinzia Virni) e i proventi saranno interamente devoluti al restauro di un’opera di Pietro Alamanno, la Madonna in trono tra i santi Sebastiano e Caterina d’Alessandria, proveniente dalla chiesa di San Silvestro ai Sassi nelle Marche e danneggiata durante il recente sisma del Centro Italia. 15 euro il costo di una copia.

La mostra rimarrà aperta fino al 28 ottobre 2017. Aperta il sabato e la domenica dalle 10 alle 19, gli altri giorni su prenotazione. Ingresso: 5 euro, valido per ingressi illimitati. Gratuito per bambini da 0 a 12 anni e per studenti. Visite guidate per scolaresche su prenotazione. Info sul sito www.collezioneposcio.it.

Nell’immagine, l’inedito San Girolamo attribuito a Lionello Spada.

Da Guercino a De Nittis: a Domodossola in mostra le collezioni Ceci e Poscio
Da Guercino a De Nittis: a Domodossola in mostra le collezioni Ceci e Poscio


Finestre sull'arte
Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER