A Firenze la personale di Pavlo Makov, l'artista che rappresenta l'Ucraina alla Biennale di Venezia


A Firenze la galleria Cartavetra presenta dal 27 ottobre al 30 dicembre 2022 “Le due Rose”, la personale dedicata a Pavlo Makov. L’artista rappresenta  l’Ucraina alla 59° Biennale Internazionale d’Arte di Venezia. 

La galleria Cartavetra a Firenze presenta dal 27 ottobre al 30 dicembre 2022 la personale dedicata a Pavlo Makov (San Pietroburgo, 1958), artista che rappresenta l’Ucraina alla 59° Biennale Internazionale d’Arte di Venezia con la sua Fountain of Exhaustion.

Intitolata Le due Rose e curata da Borys Filonenko, la mostra intende riportare con semplicità e chiarezza a una riflessione sullo scopo dell’arte, necessariamente legata alla vita, a una visione tanto personale quanto collettiva della condizione umana. Attraverso metafore e simboli che costituiscono il suo linguaggio visuale, Makov ricostruisce una narrazione che si muove all’interno della trama conflittuale che coinvolge Russia e Ucraina a partire dalla prospettiva più intima.

“L’immagine delle rose che danno il titolo al progetto di mostra, è concreta”, dichiara l’artista. “Io e mia moglie, ogni ottobre andiamo nella nostra casa fuori città per coprire le rose del nostro giardino, preservandole così dal freddo, e a marzo, ogni anno, le scopriamo nuovamente. Ci prendiamo cura delle nostre rose da vent’anni, e ora la nostra casa, a dieci chilometri dal confine, è occupata. Il nostro giardino, rovinato, e le nostre rose sono morte".

Le parole di Pavlo Makov sono un invito a una più ampia considerazione della quotidianità. L’artista sottolinea un vissuto reale, andando oltre la cornice delle immagini virali che costellano i mezzi di comunicazione, racconta una guerra che non è iniziata tre mesi fa, racconta un’esperienza privata. La rosa, un elemento così semplice che diventa metafora di vita, quel sentire umano da cui l’arte non può e non deve separarsi, abbassandosi a mero strumento di propaganda politica.

Sulla base di questa volontà si concretizza il percorso espositivo, composto dalle più recenti opere dell’artista, molte delle quali sono state realizzate proprio all’interno della galleria, che si trasforma passando da luogo di produzione a punto di osservazione instaurando un dialogo con il pubblico, alla ricerca di un nuovo sguardo proposto da Filonenko.

Per info: www.cartavetra.org

Orari: Da mercoledì a sabato, dalle 15.30 alle 19.

Nell’immagine, l’artista di fronte a The Fountain of Exhaustion, l’opera che rappresenta l’Ucraina alla 59° Biennale di Venezia. 

Informazioni sulla mostra

Titolo mostraLe due Rose
CittàFirenze
Sedegalleria Cartavetra
DateDal 27/10/2022 al 30/12/2022
ArtistiPavlo Makov
CuratoriBorys Filonenko
TemiArte contemporanea, Firenze

A Firenze la personale di Pavlo Makov, l'artista che rappresenta l'Ucraina alla Biennale di Venezia
A Firenze la personale di Pavlo Makov, l'artista che rappresenta l'Ucraina alla Biennale di Venezia


Finestre sull'arte
Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER


Milano, poesia e rivoluzione attraverso le opere di cinque artisti
Milano, poesia e rivoluzione attraverso le opere di cinque artisti
Milano, da ML Fine Art la prima mostra su Archipenko in Italia dopo oltre 50 anni
Milano, da ML Fine Art la prima mostra su Archipenko in Italia dopo oltre 50 anni
Vercelli, una mostra per scoprire la città medievale e tutti i suoi segreti
Vercelli, una mostra per scoprire la città medievale e tutti i suoi segreti
Tiepolo e Napoli Liberty, le due grandi mostre d'autunno delle Gallerie d'Italia di Milano e Napoli
Tiepolo e Napoli Liberty, le due grandi mostre d'autunno delle Gallerie d'Italia di Milano e Napoli
La Merda d'Artista di Piero Manzoni compie 60 anni. Una progetto a Milano la celebra
La Merda d'Artista di Piero Manzoni compie 60 anni. Una progetto a Milano la celebra
A Viterbo confronto tra Sebastiano del Piombo e i disegni di Michelangelo per la Cappella Sistina
A Viterbo confronto tra Sebastiano del Piombo e i disegni di Michelangelo per la Cappella Sistina