Margherita Sarfatti e l'arte in Italia tra le due guerre. Una mostra alla Galleria Russo di Roma


La Galleria Russo di Roma presenta dal 10 al 31 ottobre 2020 una mostra dedicata a Margherita Sarfatti e all’arte italiana tra le due guerre.

Presso la Galleria Russo di Roma inaugurerà il 10 ottobre 2020 la mostra Margherita Sarfatti e l’arte in Italia tra le due guerre, a cura di Fabio Benzi. 

La rassegna intende evidenziare il ruolo di “donna Margherita”, definita così in opere a lei dedicate da artisti del primo Novecento celebrati in mostra attraverso inediti del Fondo Sarfatti

"Donna di straordinaria forza, di sofisticata cultura e di autentica intelligenza”, come la descrive il curatore nel suo saggio critico, la Sarfatti sovvertì il ruolo di genere, diventano personaggio contemporaneo e progressista. La sua collezione conta un significativo nucleo di opere di Mario Sironi, Adolfo Wildt, Medardo Rossi, Umberto Boccioni e Gaetano Previati, oltre a dipinti degli scapigliati milanesi e di Giorgio De Chirico, di cui in mostra è presente l’inedito ritratto dedicato alla “gentilissima signora Margherita Sarfatti” realizzato nel 1927. 

Saranno esposte oltre cinquanta opere di artisti contemporanei alla Sarfatti, quali Sironi, Boccioni, de Pisis, e alcune tele inedite di artisti da lei promossi, tra cui un Paesaggio di Corrado Cagli, le nature morte di André Derain, Alberto Salietti e Fausto Pirandello, la Marina di Achille Funi, un Pappagallo di Pasquarosa (unica artista donna della rassegna), il Ritratto di Margherita Sarfatti di Quirino Ruggeri.

“Un legame indissolubile quello di Margherita Sarfatti e il Novecento artistico italiano” ha dichiarato il direttore della Galleria Russo, Fabrizio Russo. "La Galleria Russo con questa mostra punta a ricollocare in una prospettiva più completa Margherita Sarfatti come icona d’avanguardia e celebra tutti gli artisti che hanno costituito la “corte” della donna del Novecento”.

La mostra è visitabile fino al 31 ottobre 2020.

Per info: www.galleriarusso.com

Orari: Lunedì dalle 16.30 alle 19.30; da martedì a sabato dalle 10 alle 19.30.
Ingresso gratuito.

Nell’immagine, il Ritratto di Margherita Sarfatti realizzato tra il 1916 e il 1917 da Mario Sironi

 

Informazioni sulla mostra

Titolo mostraMargherita Sarfatti e l'arte in Italia tra le due guerre
CittàRoma
SedeGalleria Russo
DateDal 10/10/2020 al 31/10/2020
ArtistiMargherita Sarfatti
CuratoriFabio Benzi
TemiRoma, Margherita Sarfatti, Galleria Russo

Margherita Sarfatti e l'arte in Italia tra le due guerre. Una mostra alla Galleria Russo di Roma
Margherita Sarfatti e l'arte in Italia tra le due guerre. Una mostra alla Galleria Russo di Roma


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE


Come è stata raffigurata la dea Venere dall'antichità al Seicento? A Palazzo Te una mostra sul tema
Come è stata raffigurata la dea Venere dall'antichità al Seicento? A Palazzo Te una mostra sul tema
Roma, il Museo Nazionale Romano ospita la mostra “Empire” di Elisabetta Benassi
Roma, il Museo Nazionale Romano ospita la mostra “Empire” di Elisabetta Benassi
La città delle donne: le artiste a Vienna dal 1900 al 1938 in mostra al Museo del Belvedere
La città delle donne: le artiste a Vienna dal 1900 al 1938 in mostra al Museo del Belvedere
Torino, due capolavori di Orazio Gentileschi a confronto: mostra dossier alla Galleria Sabauda
Torino, due capolavori di Orazio Gentileschi a confronto: mostra dossier alla Galleria Sabauda
Tullio Pericoli in mostra al Palazzo dei Capitani di Ascoli Piceno con “Forme del Paesaggio”
Tullio Pericoli in mostra al Palazzo dei Capitani di Ascoli Piceno con “Forme del Paesaggio”
Dal romanticismo di Hayez al divisionismo di Segantini e Previati, a Lecco è in mostra il grande Ottocento lombardo
Dal romanticismo di Hayez al divisionismo di Segantini e Previati, a Lecco è in mostra il grande Ottocento lombardo