Milano, la Galleria Silva dedica una mostra a Carlo Levi pittore


A Milano una mostra riporta in città, dopo oltre quarant'anni, un gruppo di opere di Carlo Levi, grande pittore e scrittore.

Diciassette opere del grande Carlo Levi (Torino, 1902 - Roma, 1975), pittore, politico, scrittore (è l’autore dell’indimenticato Cristo si è fermato a Eboli), uno dei grandi nomi della cultura del Novecento, sono esposte da Galleria Silva in via Borgospesso 12, Milano, dal 1° al 30 ottobre 2020.

Galleria Silva, boutique milanese specializzata in arte antica, ospiterà infatti, compatibilmente con le vigenti disposizioni sanitarie, la mostra Carlo Levi Pittore. L’esibizione, originariamente prevista dal 12 marzo all’11 aprile, riporterà nel capoluogo lombardo, dopo ben 40 anni di assenza, un gruppo di opere pittoriche di una delle personalità più rappresentative e poliedriche del XX secolo. L’artista e intellettuale torinese fu un instancabile pensatore, che passava con estrema scioltezza dalla pagina alla tela, dal dibattito pubblico ai versi.

L’esposizione ricostruisce l’evoluzione dell’artista, dagli anni Venti, quando subisce ancora l’influenza di Felice Casorati, agli anni del viaggio iniziatico nella capitale francese, al periodo della sua personalissima forma di espressionismo pittorico, racconto ininterrotto di luoghi, di legami affettivi e di esperienze culturali.

“La mostra Carlo Levi pittore sarà la prima esibizione che ospiteremo dopo l’emergenza e la riapertura della galleria” racconta la curatrice Lucia Silva. “In un momento così complesso, siamo onorati di ripartire proprio con un intellettuale poliedrico, dotato di una grandissima intelligenza, sensibilità e vitale energia, capace di adattarsi a qualsiasi situazione e di sentirsi a suo agio in qualsiasi luogo, rivelando così la sua passione per la vita, per l’essere umano, per la natura. Superbo narratore di vita, di viaggio e di politica, permette di conoscere e ripercorrere la storia recente con tutte le sue contraddizioni. Nella sua produzione pittorica, davvero vasta, è evidente l’affermazione di libertà e di amore, un amore per un gesto pittorico istintivo e profondo, alle volte delicato e altre volte vigoroso, ma sempre poetico”.

La famiglia Silva è da quattro generazioni nel campo dell’antiquariato, da quando nel 1920 Enrico Silva aprì a Venezia la prima Galleria d’arte. Da allora, con lo stesso impegno e la stessa passione, la Galleria Silva porta avanti l’attività di famiglia, coinvolgendo appassionati e collezionisti e annoverando tra i clienti nomi illustri come Maria Callas, Paulette Goddard e E.M. Remarque.

Per tutte le informazioni potete visitare il sito ufficiale della Galleria Silva.

Nell’immagine: Carlo Levi, Autoritratto (1928)

Milano, la Galleria Silva dedica una mostra a Carlo Levi pittore
Milano, la Galleria Silva dedica una mostra a Carlo Levi pittore


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER