Lecco dedica una mostra alla pittura postmacchiaiola, da Fattori a Ghiglia


Dal 18 marzo al 19 giugno 2022 il Palazzo delle Paure di Lecco ospita una mostra dedicata alla pittura postmacchiaiola con opere di maestri quali Giovanni Fattori e Silvestro Lega ad autori come Oscar Ghiglia, Plinio Nomellini, Mario Puccini. 

Il Palazzo delle Paure di Lecco ospita dal 18 marzo al 19 giugno 2022 la mostra La luce del vero. L’eredità della pittura macchiaiola. Da Fattori a Ghiglia, a cura di Simona Bartolena, prodotta e realizzata da ViDi – Visit Different, in collaborazione con il Comune di Lecco e il Sistema Museale Urbano Lecchese. Attraverso novanta opere provenienti da collezioni pubbliche e private, la rassegna intende indagare il tema della pittura postmacchiaiola e avvicinarsi a un gruppo di autori eterogeneo e complesso, dai fratelli Gioli alla famiglia Tommasi, da Llewelyn Lloyd a Ulvi Liegi, da Oscar Ghiglia a Plinio Nomellini, da Mario Puccini a Giovanni Bartolena, uniti dalla vocazione per il vero e per i soggetti tratti dalla vita quotidiana e dalla formazione di ascendenza macchiaiola. Alcuni resteranno sempre fedeli alla lezione dei maestri, altri invece porteranno la loro ricerca verso ambiti molto diversi da quelli di origine.

Il percorso espositivo si svilupperà come un racconto che, dall’esempio dei maestri, quindi da Giovanni Fattori a Silvestro Lega, giungerà ad artisti quali Oscar Ghiglia e Lorenzo Viani, intrecciando l’analisi stilistica, il racconto biografico, la lettura iconografica e la ricerca storico-sociale.

“Attraverso l’indagine della situazione dell’arte toscana alla fine del secolo”, dichiara Simona Bartolena, “la mostra svela anche i meccanismi che sottendono, più in generale, alla trasmissione del sapere da maestro ad allievo, l’evoluzione del linguaggio dei ’padri’ da parte delle nuove generazioni, le contaminazioni stilistiche che nel tempo modificano, anche radicalmente, gli esiti portati da una rivoluzione artistica”. “Nell’area toscana”, prosegue la curatrice, “il ventaglio di linguaggi e di ricerche in questo periodo di transizione è particolarmente ricco e l’intreccio tra lo sguardo sul vero oggettivo dei Macchiaioli, l’impatto dell’impressionismo francese e le tentazioni simboliste si fa molto interessante”.

Orari: Martedì dalle 10 alle 14; da mercoledì a domenica dalle 10 alle 18. Chiuso il lunedì.

Immagine: Mario Puccini, Il fienaiolo (primi anni Dieci; olio su tela, 45 x 61 cm; Livorno, collezione privata)

Informazioni sulla mostra

Titolo mostra La luce del vero. L'eredità della pittura macchiaiola. Da Fattori a Ghiglia
CittàLecco
SedePalazzo delle Paure
DateDal 18/03/2022 al 19/06/2022
ArtistiGiovanni Fattori, Silvestro Lega, Mario Puccini, Plinio Nomellini, Oscar Ghiglia, Lorenzo Viani
CuratoriSimona Bartolena
TemiMacchiaioli, Lecco

Lecco dedica una mostra alla pittura postmacchiaiola, da Fattori a Ghiglia
Lecco dedica una mostra alla pittura postmacchiaiola, da Fattori a Ghiglia


Se ti è piaciuto questo articolo
abbonati al magazine di Finestre sull'Arte.
176 pagine da sfogliare, leggere, sottolineare e collezionare.
176 pagine di articoli ed approfondimenti inediti ed esclusivi.
Lo riceverai direttamente a casa tua. Non lo troverai in edicola!

176 pagine, 4 numeri all'anno, al prezzo di 29,90 €

ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE


Una favola di marmo: a Milano, il nuovo progetto di Neïl Beloufa
Una favola di marmo: a Milano, il nuovo progetto di Neïl Beloufa
A Milano la grande mostra su Giorgio de Chirico, a Palazzo Reale
A Milano la grande mostra su Giorgio de Chirico, a Palazzo Reale
A Pietrasanta grande mostra di Bertozzi & Casoni, maestri della ceramica contemporanea
A Pietrasanta grande mostra di Bertozzi & Casoni, maestri della ceramica contemporanea
Palazzo Ducale di Genova dedica una mostra a Guido Rossa fotografo
Palazzo Ducale di Genova dedica una mostra a Guido Rossa fotografo
Ospite d'eccezione alla Ca' d'Oro: un Canaletto dal Castello Sforzesco di Milano
Ospite d'eccezione alla Ca' d'Oro: un Canaletto dal Castello Sforzesco di Milano
A Chiasso in mostra la produzione grafica di Giacometti: esposti oltre 400 fogli
A Chiasso in mostra la produzione grafica di Giacometti: esposti oltre 400 fogli