Stella Cattaneo

Stella Cattaneo
Specializzanda in Storia dell'arte e valorizzazione del patrimonio artistico presso la Scuola di Specializzazione dell'Università degli studi di Genova. Attualmente curatrice di Casa Museo Jorn (Albissola Marina, Savona), ha partecipato a convegni e giornate di studio all'Università di Losanna e all'Università di Genova (2019) e a seminari internazionali di museologia (école du Louvre, 2018). I suoi interessi di ricerca si rivolgono prevalentemente all'arte contemporanea con particolare attenzione al periodo del secondo dopoguerra e all'opera di Yves Klein.


Arthur Jafa per una cosmologia nera

Arthur Jafa per una cosmologia nera

Se si parla di Arthur Jafa (Tupelo, 1960), probabilmente la memoria va a Love is the message, the message is death (2016). L’opera video, della durata di circa 7 minuti, era stata infatti resa disponibile in streaming durante due giorna...
Leggi tutto...
ORLAN. Oltre il corpo

ORLAN. Oltre il corpo

“La lezione della performance è di estrema importanza: l’identità non è una camicia di forza. Disponiamo infatti di un kit di sopravvivenza composto da un repertorio di identità multiple” (Guillermo...
Leggi tutto...

Hito Steyerl: contronarrazioni sull’universo digitale

L’opera di Hito Steyerl (Monaco di Baviera, 1966) è un efficace compendio di riflessioni e rappresentazioni di uno dei macro temi più discussi al giorno d’oggi: l’universo virtuale, tutto ciò che ne &e...
Leggi tutto...
Anish Kapoor, la sfida alla percezione

Anish Kapoor, la sfida alla percezione

Risale ormai all’estate di tre anni fa la notizia, riportata anche sulle pagine di Finestre sull’Arte, dell’incidente di un turista italiano in visita al Museo Serralves di Porto, Portogallo. La causa dell’inconven...
Leggi tutto...
Cindy Sherman e la polifonia delle immagini

Cindy Sherman e la polifonia delle immagini

Cindy Sherman (Glen Ridge, 1954) è probabilmente tra le artiste viventi più note al mondo. Il mezzo espressivo che l’ha resa famosa è la fotografia e la scelta di questo medium non è probabilmente casuale. Sh...
Leggi tutto...

“Un veleno rapido e un balsamo lento”. L’arte per Santiago Sierra

Santiago Sierra (Madrid, 1966) non ama parlare molto del suo lavoro, considera ogni forma di esplicitazione quasi untradimento nei confronti dell’arte. Alle sue opere è affidato il compito di rivelare la sua durissima visione d...
Leggi tutto...
Shirin Neshat, l'arte come denuncia. Storia di un'artista coraggiosa

Shirin Neshat, l'arte come denuncia. Storia di un'artista coraggiosa

“La storia che voglio condividere con voi oggi è la mia personale sfida come artista donna iraniana che vive in esilio”. Così inizia l’intervento di Shirin Neshat (Qazvin, Iran, 1957), invitata a tenere un discorso...
Leggi tutto...

L’universo onirico e storico di William Kentridge

L’opera di William Kentridge (Johannesburg, 1955) è ricca di riferimenti. Cinema, letteratura, arte visiva, teatro ma anche questioni sociali, storiche e politiche compongono il suo universo. La sua pratica artistica è i...
Leggi tutto...

12Pagina 1 di 2