Finestre sull'Arte - Quindicesima puntata

Tintoretto

Tintoretto


Luce, movimento, drammaticità



Puntata 15 - 30 luglio 2010
Durata: 29'27"



Clicca qui per il download diretto


La quindicesima puntata è dedicata a uno dei più grandi artisti del Cinquecento: Jacopo Comin, noto ai più come il "Tintoretto", soprannome che gli deriva dall'attività del padre, che di mestiere faceva il tintore di panni. Formatosi seguendo gli esempi di Tiziano e dei manieristi toscani attivi a Venezia, il Tintoretto propose ai suoi contemporanei una pittura molto innovativa, che aveva negli effetti luministici e nell'accentuata inquietudine i motivi della sua originalità. Celebri sono i suoi enormi teleri, che il pittore terminava in tempi rapidissimi, spesso suscitando anche le invide dei suoi colleghi. Un artista che si cimentò in quasi tutti i generi della pittura: Ilaria e Federico ci propongono oggi una bella selezione delle sue opere più note.

Immagine: Venere, Marte e Vulcano (particolare), 1552 ca.; olio su tela, 135 x 198 cm; Monaco di Baviera, Alte Pinakothek.



Approfondimenti

Jacopo Comin detto il "Tintoretto" e noto anche come Jacopo Robusti (Venezia, 1518 - 1594)

Biografia


1518 Jacopo Comin nasce a Venezia tra la fine di settembre e l'inizio di ottobre. Il vero cognome è stato scoperto nel 2007, mentre quello tradizionalmente attribuitogli, “Robusti”, in realtà sarebbe un soprannome del padre. Quest'ultimo, di nome Giovanni Battista, svolge il mestiere di tintore di panni: dalla professione del padre deriverebbe quindi il soprannome del figlio.
Anni '30 Compie il suo apprendistato presso Tiziano e Bonifacio Veronese.
1540 ca. Realizza la Cena in Emmaus di Budapest, una delle sue prime opere note. Parallelamente si occupa dei cosiddetti Soffitti di Modena, così detti in quanto conservati presso la Galleria Estense della città emiliana.
1548 Realizza la Liberazione dello schiavo per la Scuola Grande di San Marco, uno dei suoi capolavori più noti e importanti.
1550 Sposa Faustina de' Vescovi.
1553 Inizia a lavorare per Palazzo Ducale: esegue un dipinto per la Sala del Maggior Consiglio andato però distrutto durante l'incendio nel 1577.
1562 Inizia a realizzare altri dipinti per la Scuola Grande di San Marco, il Ritrovamento e il Trafugamento del corpo di san Marco.
1565 Diventa confratello della Scuola di San Rocco. Nello stesso anno inizia a lavorare ai grandiosi dipinti per la Scuola partendo dalla grande Crocifissione per il cosiddetto “albergo”, ovvero la sala delle riunioni. Jacopo sarà impegnato con la Scuola per molti altri anni.
1566 Insieme a Tiziano, Andrea Palladio e Francesco Salviati viene nominato membro dell'Accademia di Pittura di Firenze.
1571 Riceve alcuni incarichi da parte della Libreria Marciana.
1576 Inizia il secondo ciclo di dipinti per la Scuola di San Rocco: è la volta delle opere per la decorazione del salone superiore, che saranno terminate nel 1581.
1579 Viene incaricato dai Gonzaga di Mantova di realizzare alcune decorazioni in Palazzo Ducale.
1580 L'artista compie un breve soggiorno a Mantova: si tratta della sua unica esperienza fuori Venezia.
1583 Inizia il terzo ciclo di dipinti per la Scuola di San Rocco: le opere per la sala inferiore saranno completate nel 1587.
1588 Viene incaricato di eseguire il Paradiso per Palazzo Ducale.
1592 Ultimo incarico importante: i dipinti per il presbiterio della chiesa di San Giorgio Maggiore.
1594 Scompare a Venezia in data 31 maggio.
La biografia dell'artista è disponibile gratuitamente in formato PDF, in modo da poterla scaricare, salvare e stampare! Si tratta di un documento agile e rapido che è possibile scaricare liberamente con il sistema Pay with a tweet: significa che è possibile avere la biografia in cambio di un tweet su Twitter o di un post su Facebook. Per scaricarla clicca sul pulsante qua sotto!
Scarica gratis in cambio di un tweet o di un post su Facebook!
Relazioni


Allievo di: Tiziano - Bonifacio Veronese
Guardò a: Giorgione - Michelangelo - Giorgio Vasari - Jacopo Tatti detto il Sansovino - Giulio Romano - Francesco Salviati - Giuseppe Porta detto il Salviati
Maestro di: Giovanni Pietro De Pomis - Odoardo Fialetti
Guardarono a lui: Jacopo Bassano - Paolo Veronese - Luca Cambiaso - Maarten de Vos - El Greco - Palma il Giovane - Lodewijk Toeput detto il Pozzoserrato - Scarsellino - Agostino Carracci - Pietro Sorri - Leonardo Corona - Caravaggio - Mattia Preti - Giambattista Tiepolo - Giovanni Antonio Burrini
Principali mecenati e committenti: Scuola Grande di San Marco - Scuola Grande di San Rocco - Repubblica di Venezia

"La nota" - rubrica a cura di Ambra Grieco


"Colorito di Tiziano, disegno di Michelangelo" - fai clic sul titolo per leggere l'articolo!

Immagini


Opere citate nella trasmissione (facendo clic si apriranno in una pagina nuova):
Cena in Emmaus (1540-45; Budapest, Szépmuvészeti Múzeum)
Soffitti di Modena: Caduta di Icaro; Deucalione e Pirra; Antiope e Giove; Piramo e Tisbe (1540-45; Modena, Galleria Estense)
Conversione di Saulo (1540-45; Washington D.C., National Gallery of Art)
Adorazione dei Pastori (1540-45; Cambridge, Fitzwilliam Museum)
Liberazione dello schiavo (1548; Venezia, Gallerie dell'Accademia)
Ritrovamento del corpo di san Marco (1562-66; Milano, Pinacoteca di Brera)
Trafugamento del corpo di san Marco (1562-66; Venezia, Gallerie dell'Accademia)
Crocifissione (1565; Venezia, Scuola Grande di San Rocco)
Cristo davanti a Pilato (1566-67; Venezia, Scuola Grande di San Rocco)
Adorazione dei Pastori (1579-81; Venezia, Scuola Grande di San Rocco)
Leda e il cigno (1570-79; Firenze, Uffizi)
Venere, Vulcano e Marte (1552 ca.; Monaco di Baviera, Alte Pinakothek)
Arianna, Venere e Bacco (1576-77; Venezia, Palazzo Ducale)
Susanna e i vecchioni (1550 ca.; Parigi, Louvre)
Susanna e i vecchioni (1555 ca.; Vienna, Kunsthistorisches Museum)
Peccato originale (1550-53; Venezia, Gallerie dell'Accademia)
Il Paradiso (1588-92; Venezia, Palazzo Ducale)
Ritratto di Alvise Cornaro (1565; Firenze, Palazzo Pitti)
Ritratto del Sansovino (1546 ca.; Firenze, Uffizi)
Autoritratto (1548 ca.; Filadelfia, Museum of Art)
Autoritratto (1588 ca.; Parigi, Louvre)

Altre immagini:
Web Gallery of Arts.

Libri da leggere


- Francesca Marini, Tintoretto, Skira, 2010.
- Paola Rossi, Tintoretto, Giunti, 2006.
- Carlo Bernari, Pierluigi De Vecchi, L'opera completa del Tintoretto, Rizzoli, 1970.


Mostre e musei da visitare


- Venezia, Gallerie dell'Accademia
- Venezia, Palazzo Ducale
- Venezia, Scuola Grande di San Rocco
- Venezia, Chiesa di San Rocco
- Venezia, Madonna dell'Orto
- Venezia, Santa Maria della Salute
- Venezia, San Giorgio Maggiore
- Roma, Galleria Nazionale d'Arte Antica
- Milano, Pinacoteca di Brera
- Modena, Galleria Estense
- Firenze, Uffizi
- Firenze, Galleria Palatina di Palazzo Pitti
- Bologna, Pinacoteca Nazionale
- Parigi, Louvre
- Vienna, Kunsthistorisches Museum
- Londra, National Gallery
- Monaco di Baviera, Alte Pinakothek
- Budapest, Szépmuvészeti Múzeu (Museo di Belle Arti)
- Madrid, Prado
- Madrid, Museo Thyssen-Bornemisza
- Washington, National Gallery of Art
- Filadelfia, Museum of Art





I libri e i musei indicati nella pagina non vogliono fornire un panorama esaustivo sull'artista ma sono indicativi per poter approfondire i contenuti della trasmissione.




Login

Username / EmailPassword

Ricordami

Password dimenticata?

Non hai ancora un account? Registrati ora!!!

Tag cloud


Politica e beni culturali     Arte antica     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Barocco     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Genova     Roma    

Strumenti utili