Il Novecento privato attraverso trenta capolavori, da de Chirico a Vedova


La galleria Bottegantica di Milano presenta dal 17 gennaio 2020 la mostra Novecento privato. Da de Chirico a Vedova.

Dal 17 gennaio al 29 febbraio 2020 la galleria Bottegantica di Milano propone la mostra Novecento privato. Da de Chirico a Vedova

Curata da Stefano Bosi, Valerio Mazzetti Rossi e Enzo Savoia, la rassegna intende essere un excursus attentissimo di opere per ripercorrere i momenti più significativi dell’arte e della cultura dal primo dopoguerra fino agli sviluppi del secondo: dal Futurismo alla Metafisica, dal Realismo Magico al Surrealismo, dal ritorno all’ordine all’Informale. 

“Il Novecento italiano, per metafora, è stato un oceano battuto da grandi onde. Battuto soprattutto dal perenne contrasto tra l’apologia della forma e il suo annullamento, specie a partire dagli anni Trenta. Protagonisti delle pagine più significative della storia dell’arte nazionale e internazionale, sono una serie di Maestri d’avanguardia che hanno contribuito alle rivoluzioni artistiche del XX secolo, partecipando alla creazione di nuove forme e immagini, attraverso sperimentazioni e ricerche” ha commentato Stefano Bosi

Il percorso espositivo sarà costituito da circa trenta opere provenienti da due importanti collezioni private. "Trenta opere che si legano fra loro in un dialogo appassionato, a formare idealmente una raccolta filologica dei principali fenomeni artistici italiani del secolo scorso. Una raccolta dal forte carattere meditativo e intimo, in cui è privilegiato il rapporto tra le opere e gli artisti che le hanno create” ha dichiarato Enzo Savoia.

La mostra è pensata come un viaggio cronologico e visivo, un racconto analitico e didattico attraverso il post-impressionismo e le avanguardie d’inizio secolo (il Futurismo di Marinetti, Boccioni, Balla, Severini), gli anni del primo conflitto mondiale, il dopoguerra e gli anni Venti (Savinio, De Chirico, De Pisis, Sironi, Casorati, Alberto Martini, Marini), l’affermazione del regime fascista e la seconda guerra mondiale (Carrà, Campigli, Arturo Martini, Prampolini, Pirandello, Guttuso, Manzù), il post-war tra le capitali europee e New York con l’affermazione dell’arte astratta (Fontana, Burri, Capogrossi, Vedova, Pomodoro). Il percorso espositivo sarà affiancato da un apparato didattico sperimentale per condurre i visitatori alla comprensione profonda di ogni opera. 

Per info: www.bottegantica.com

Nell’immagine, Autoritratto di Giorgio de Chirico

Il Novecento privato attraverso trenta capolavori, da de Chirico a Vedova
Il Novecento privato attraverso trenta capolavori, da de Chirico a Vedova


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER