Umbria - Finestre sull'Arte

Dante e Orvieto, da Luca Signorelli a Federico Zuccari

Dante e Orvieto, da Luca Signorelli a Federico Zuccari

Finalmente il 2020 si è chiuso e il primo giorno del nuovo anno è stato festeggiato da un fatto culturale di rilievo e di buon augurio per il mondo dell’arte. Le Gallerie degli Uffizi hanno aperto il settecentesimo anniversario della mor...
Leggi tutto...

Le necessità di una devozione: l'arca vecchia di Sant'Ubaldo a Gubbio

“Intra Tupino e l’acqua che discende / del colle eletto dal beato Ubaldo, / fertile costa d’alto monte pende”. In questa terzina del canto XI del Paradiso, in cui si trova l’elogio di san Francesco pronunciato dal dome...
Leggi tutto...
Il Deposito di Santo Chiodo a Spoleto, l'ospedale delle opere dove si ricovera il patrimonio ferito dal sisma

Il Deposito di Santo Chiodo a Spoleto, l'ospedale delle opere dove si ricovera il patrimonio ferito dal sisma

A vederlo da fuori sembra un normale capannone commerciale, di quelli che punteggiano l'immagine di un'Italia che lavora e produce. Anche qui, certo, si lavora (e anche in maniera molto dura e alacre): ciò che cambia è il contenuto di questo gran...
Leggi tutto...
Il Trecento a Spoleto e dintorni, l'arte dei maestri anonimi

Il Trecento a Spoleto e dintorni, l'arte dei maestri anonimi

È difficile comprendere appieno la pittura umbra se non s'è mai stati in Umbria: non c'è storico dell'arte che non abbia rimarcato come l'arte dei pittori che furono attivi in questa porzione d'Italia sia saldamente fondata su strette connessioni...
Leggi tutto...




Totale: 1 pagine