Cosa vedere a Venezia durante la Biennale 2022: la guida alle mostre


Venezia, cosa vedere durante la Biennale 2022: una guida con venti mostre per un’immersione totale nell’arte. 

Via alla Biennale di Venezia 2022: la 59^ Esposizione Internazionale d’Arte, intitolata Il latte dei sogni e curata da Cecilia Alemani, animerà Venezia da sabato 23 aprile a domenica 27 novembre 2022. Ma come per ogni edizione della grande rassegna, il più importante evento d’arte contemporanea del mondo, sono tante le mostre che si svolgono in giro per la città, tra i maggiori musei e le gallerie. Ne abbiamo selezionate venti: ecco dunque la guida di Finestre sull’Arte su cosa vedere a Venezia durante la Biennale per un’immersione totale nell’arte.

1. Surrealismo e magia. La modernità incantata

Collezione Peggy Guggenheim, dal 9 aprile al 26 settembre

Dal 9 aprile al 26 settembre 2022 la Collezione Peggy Guggenheim presso Palazzo Venier dei Leoni a Venezia presenterà al pubblico la mostra Surrealismo e magia. La modernità incantata, a cura di Grazina Subelytė, Associate Curator della Collezione Peggy Guggenheim. Esposte opere di Victor Brauner, Leonora Carrington, Salvador Dalí, Paul Delvaux, Maya Deren, Max Ernst, Leonor Fini, René Magritte, Roberto Matta, Wolfgang Paalen, Kay Sage, Kurt Seligmann, Yves Tanguy, Dorothea Tanning e Remedios Varo. La mostra è organizzata dalla Collezione Peggy Guggenheim di Venezia, in collaborazione con il Museum Barberini di Potsdam. Dopo Venezia, la mostra andrà infatti nel museo di Potsdam dal 22 ottobre 2022 al 29 gennaio 2023.

Clicca qui per maggiori informazioni

Surrealismo e magia. La modernità incantata
Surrealismo e magia. La modernità incantata

2. Da Donatello a Alessandro Vittoria, 1450 - 1600. 150 anni di scultura nella Repubblica di Venezia

Galleria Giorgio Franchetti alla Ca’ d’Oro, dal 22 aprile al 30 ottobre 2022

Dal 22 aprile al 30 ottobre 2022 la Galleria Giorgio Franchetti alla Ca’ d’Oro di Venezia presenta una grande mostra dedicata alla scultura veneta, dal titolo Da Donatello a Alessandro Vittoria, 1450 - 1600. 150 anni di scultura nella Repubblica di Venezia. Curata da Toto Bergamo Rossi, direttore di Venetian Heritage, e Claudia Cremonini, direttrice della Galleria Giorgio Franchetti alla Ca’ d’Oro, la rassegna è organizzata e finanziata dalla Fondazione Venetian Heritage, in collaborazione con la Direzione regionale Musei Veneto.

Clicca qui per maggiori informazioni

Da Donatello a Alessandro Vittoria, 1450 - 1600. 150 anni di scultura nella Repubblica di Venezia
Da Donatello a Alessandro Vittoria, 1450 - 1600. 150 anni di scultura nella Repubblica di Venezia

3. Anselm Kiefer. Questi scritti, quando verranno bruciati, daranno finalmente un po’ di luce (Andrea Emo)

Palazzo Ducale, dal 26 marzo al 29 ottobre

Ha aperto il 26 marzo e sarà visitabile al pubblico fino al 29 ottobre 2022 presso la Sala dello Scrutinio del Palazzo Ducale di Venezia la mostra Anselm Kiefer. Questi scritti, quando verranno bruciati, daranno finalmente un po’ di luce (Andrea Emo), a cura di Gabriella Belli e Janne Sirén. Legata alle celebrazioni per i 1600 anni dalla fondazione di Venezia, l’installazione è al centro della quinta edizione di MUVE Contemporaneo, rassegna biennale della Fondazione Musei Civici di Venezia che si pone l’obiettivo di riflettere sulla relazione dell’arte attuale con i musei. Il titolo rimanda agli scritti del filosofo veneziano Andrea Emo.

Clicca qui per maggiori informazioni

Anselm Kiefer. Questi scritti, quando verranno bruciati, daranno finalmente un po’ di luce (Andrea Emo)
Anselm Kiefer. Questi scritti, quando verranno bruciati, daranno finalmente un po’ di luce (Andrea Emo)

4. Sabine Weiss. La poesia dell’istante

Casa dei Tre Oci, dall’11 marzo al 23 ottobre 2022

Per la prima volta in Italia arrivano le opere della fotografa franco-svizzera Sabine Weiss (Saint-Gingolph, 1924 – Parigi, 2021), in una mostra intitolata La poesia dell’istante alla Casa dei Tre Oci di Venezia, dall’11 marzo al 23 ottobre 2022. Si tratta anche della più ampia retrospettiva mai dedicata a Sabine Weiss, che figura tra i maggiori rappresentanti della fotografia umanista francese, assieme a grandi artisti come Robert Doisneau, Willy Ronis, Edouard Boubat, Brassaï e Izis. Unica fotografa donna del dopoguerra ad aver esercitato questa professione così a lungo e in tutti i campi della fotografia (dai reportage ai ritratti di artisti, dalla moda agli scatti di strada con particolare attenzione ai volti dei bambini, fino ai numerosi viaggi per il mondo), Sabine Weiss, scomparsa lo scorso 21 dicembre, ha partecipato attivamente alla costruzione di questo percorso espositivo, aprendo i suoi archivi personali, conservati a Parigi, per raccontare la sua straordinaria storia e presentare il suo lavoro in maniera ampia e strutturata. L’esposizione è il primo e più importante tributo internazionale alla sua carriera, con oltre 200 fotografie.

Clicca qui per maggiori informazioni

Sabine Weiss. La poesia dell’istante
Sabine Weiss. La poesia dell’istante

5. Marlene Dumas. Open-end

Palazzo Grassi, dal 27 marzo 2022 all’8 gennaio 2023<>/em>

Marlene Dumas (Cape Town, 1953) è protagonista di una grande personale a Palazzo Grassi a Venezia. Curata da Caroline Bourgeois in collaborazione con l’artista, la mostra dal titolo Open-end intende ripercorrere la sua produzione pittorica attraverso oltre cento opere, tra dipinti e disegni, che vanno dal 1984 a oggi e opere inedite realizzate negli ultimi anni, provenienti dalla Collezione Pinault, da musei internazionali e da collezioni private.

Clicca qui per maggiori informazioni

Marlene Dumas. Open-end
Marlene Dumas. Open-end

6. Anish Kapoor

Gallerie dell’Accademia, dal 20 aprile al 9 ottobre

Una grande mostra dedicata ad Anish Kapoor (Mumbai, India, 1954) che ripercorre i momenti salienti della carriera del celebre artista; sono inoltre presentati lavori inediti. Per la prima volta vengonoinfatti esposte le nuove opere fortemente innovative, realizzate utilizzando la nanotecnologia del carbonio, oltre ai recenti dipinti e alle sculture che testimoniano la vitalità e la spinta visionaria dell’attuale produzione artistica del maestro. Il percorso espositivo, a cura di Taco Dibbits, è allestito alle Gallerie dell’Accademia e nello storico Palazzo Manfrin, nel sestiere Cannaregio di Venezia, alla cui collezione apparteneva in origine un nucleo significativo di capolavori oggi esposti all’interno del museo.

Clicca qui per maggiori informazioni

Anish Kapoor
Anish Kapoor

7. Heinz Mack - Vibration of Light / Vibrazione della luce

Biblioteca Nazionale Marciana, dal 23 aprile al 17 luglio

Dopo aver compiuto 90 anni l’anno scorso, il grande scultore e pittore tedesco Heinz Mack (Lollar, 1931) torna alla Biennale di Venezia, in un Evento Collaterale per la 59. Esposizione Internazionale d’Arte – La Biennale di Venezia. Lo fa con Heinz Mack -Vibration of Light / Vibrazione della luce, mostra personale curata da Manfred Möller. Heinz Mack, tra i più importanti esponenti dell’arte cinetica a livello mondiale, già nel 1970 rappresentò la Germania alla 35. Esposizione Internazionale d’Arte – La Biennale di Venezia. Nel 2014, l’artista del gruppo ZERO, che aveva sviluppato il proprio linguaggio nella light art degli anni ’50, espose la sua installazione The Sky over Nine Columns, composta da nove smisurati pilastri dorati, davanti alla Chiesa di San Giorgio Maggiore, in concomitanza della Biennale Architettura.

Clicca qui per maggiori informazioni

Heinz Mack - Vibration of Light / Vibrazione della luce
Heinz Mack - Vibration of Light / Vibrazione della luce

8. Joseph Beuys. Finamente articolato

Galleria di Palazzo Cini, dal 20 aprile al 2 ottobre

Una mostra dedicata a Joseph Beuys (Krefeld, 1921 - Düsseldorf, 1986): si intitola Finamente Articolato ed è l’evento con cui la galleria, la casa-museo che custodisce i capolavori della collezione personale del grande mecenate Vittorio Cini, riapre al pubblico. La mostra, che prende il nome dall’opera principale esposta nel percorso di Palazzo Cini, Supporto per la schiena di un essere umano finamente articolato (tipo lepre) del XX secolo d.C. (Backrest for a fine-limbed person (hare-type) of the 20th Century AD), presenta una selezione di circa 40 opere del maestro dell’arte concettuale, del quale nel 2021 si sono celebrati i cento anni dalla nascita.

Clicca qui per maggiori informazioni

Joseph Beuys. Finamente articolato
Joseph Beuys. Finamente articolato

9. Hermann Nitsch. 20th Painting Action

Oficine 800, dal 19 aprile al 20 luglio

Una grande mostra di Hermann Nitsch (Vienna, 1938), il padre dell’Azionismo Viennese, presso lo spazio Oficine 800 alle Fondamenta San Biagio, sull’isola della Giudecca. L’evento, intitolato 20th Painting Action è organizzato da Zuecca Projects in collaborazione con la collezione privata di Helmut Essl e con la Galerie Kandlhofer. Nell’ambito della mostra sarà presentata la 20esima azione pittorica, l’unica azione pittorica dell’artista le cui opere sono interamente custodite nella stessa collezione e, attraverso la mostra, sarà possibile vedere i lavori per la prima volta in Italia dalla loro creazione.

Clicca qui per maggiori informazioni

Hermann Nitsch. 20th Painting Action
Hermann Nitsch. 20th Painting Action

10. Antoni Clavé. Lo spirito del guerriero

ACP Palazzo Franchetti, dal 22 aprile al 23 ottobre

Antoni Clavé (Barcellona, 1913 – Saint-Tropez, 2005), tra gli artisti che meglio hanno interpretato il passaggio da figurazione ad astrazione, è protagonista di una grande mostra nella sede espositiva veneziana di Palazzo Franchetti. La rassegna, dal titolo Lo spirito del guerriero, è cura di Aude Hendgen, storica dell’arte e responsabile degli Archivi Antoni Clavé, e di Sitor Senghor, curatore indipendente. Esposte circa cinquanta opere tra dipinti e sculture anche di grandi dimensioni che intendono esplorare uno dei temi più cari all’artista: i guerrieri. Attraverso questo tema, la mostra offre l’occasione di indagare la ricerca dell’artista spagnolo attraverso l’evoluzione del suo stile.

Clicca qui per maggiori informazioni

Antoni Clavé. Lo spirito del guerriero
Antoni Clavé. Lo spirito del guerriero

11. Koen Vanmechelen. Burning Falls

Fondazione Berengo Art Space, dall’8 aprile al 15 maggio

Reduci dal grande successo riscosso alla Galleria degli Uffizi con la mostra Seduzione, le trenta creature fantastiche realizzate dall’artista fiammingo Koen Vanmechelen con accostamenti di vetro e marmo di Carrara vengono presentate da Adriano Berengo sull’isola di Murano. Realizzate nel 2021 con il supporto dei maestri di Berengo Studio per la parte in vetro e dei Laboratori Michelangelo di Carrara per la parte in marmo, le opere verranno ospitate all’interno della Fondazione Berengo Art Space (Campiello della Pescheria 4) con il titolo Burning Falls.

Clicca qui per maggiori informazioni

Koen Vanmechelen. Burning Falls
Koen Vanmechelen. Burning Falls

12. Last Whispers: Immersive Oratorio for Vanishing Voices, Collapsing Universes and a Falling Tree

Ca’ Foscari, dal 21 aprile al 30 settembre

Dal 21 aprile al 30 settembre 2022 nel cortile di Ca’ Foscari a Venezia sarà collocata un’installazione site-specific immersiva in realtà virtuale in occasione di Last Whispers: Immersive Oratorio for Vanishing Voices, Collapsing Universes and a Falling Tree, progetto artistico della fotografa e artista americana Lena Herzog sulle lingue in estinzione nel mondo. Curato da Silvia Burini, Maria Gatti Racah, Giulia Gelmi, Anastasia Kozachenko-Stravinsky (Dipartimento di Filosofia e Beni Culturali - DFBC), il progetto è promosso dall’Unesco.

Clicca qui per maggiori informazioni

Last Whispers: Immersive Oratorio for Vanishing Voices, Collapsing Universes and a Falling Tree
Last Whispers: Immersive Oratorio for Vanishing Voices, Collapsing Universes and a Falling Tree

13. On Fire

Fondazione Giorgio Cini, dal 22 aprile al 24 luglio

La Fondazione Giorgio Cini sull’Isola di San Giorgio a Venezia presenta dal 22 aprile al 24 luglio 2022 On Fire, mostra interamente dedicata all’uso del fuoco come mezzo di creazione artistica nelle avanguardie del secondo dopoguerra. La rassegna è a cura di Bruno Corà in collaborazione con Luca Massimo Barbero ed è promossa dalla Fondazione Giorgio Cini e Tornabuoni Art.

Clicca qui per maggiori informazioni

On Fire
On Fire

14. Présence

ACP Palazzo Franchetti, dal 22 aprile al 15 maggio

Dopo il successo della mostra Le lien des mondes nel 2017, l’artista francese Claudine Drai (Parigi, 1951) torna a Venezia in concomitanza della 59° Biennale d’Arte con un progetto inedito che coinvolge Wim Wenders con un film dedicato all’artista in proiezione al Teatrino di Palazzo Grassi e ACP - Art Capital Partners Palazzo Franchetti, negli spazi del secondo piano nobile, che oggi accoglie anche la Biblioteca Morandiana.

Clicca qui per maggiori informazioni

Présence
Présence

15. Louise Nevelson. Persistence

Procuratie Vecchie, dal 23 aprile all’11 settembre

Dal 23 aprile all’11 settembre 2022 le Procuratie Vecchie in Piazza San Marco a Venezia apriranno in parte al pubblico in occasione di una grande mostra dedicata a Louise Nevelson, evento collaterale ufficiale della 59. Esposizione Internazionale d’Arte della Biennale di Venezia. La Louise Nevelson Foundation annuncia infatti un importante progetto espositivo che celebra una delle figure più significative dell’astrattismo americano. La rassegna intende ricordare il sessantesimo anniversario della partecipazione dell’artista alla Biennale Arte del 1962.

Clicca qui per maggiori informazioni

Louise Nevelson. Persistence
Louise Nevelson. Persistence

16. Take your time

Salone Verde, dal 23 aprile al 27 settembre

Francesca Leone presenta l’evento collaterale della Biennale Take your time, a cura di Danilo Eccher, con la direzione scientifica di Nomas Foundation. Si propone come un percorso installativo inedito, che prende vita partendo dalle riflessioni intorno alle restrizioni imposte dalla pandemia e alla sospensione del tempo collettivo e individuale durante l’emergenza sanitaria, interrogandosi sul rapporto tra umano, tempo e materia. L’artista scompone, forgia, plasma, scolpisce, dipinge la materia marginalizzata, gettata, scartata fino a restituirle una vita poetica e un nuovo rapporto morale con l’umano.

Clicca qui per maggiori informazioni

Take your time
Take your time

17. Marc Quinn. Historynow

Museo Archeologico Nazionale, dal 21 aprile al 23 ottobre

Al Museo Archeologico Nazionale di Venezia è allestita dal 21 aprile al 23 ottobre 2022 la mostra di Marc Quinn dal titolo Historynow, a cura di Francesca Pini e Aindrea Emelife, nuovo capitolo del suo progetto decennale History Paintings. Saranno esposti quarantotto nuovi dipinti e una scultura, Stele, in dialogo con la collezione di antichità classiche del museo. Le opere dell’artista nascono come screenshot di iPhone e replicano i portali digitali attraverso i quali gli esseri umani assorbono, consumano e condividono le notizie. Attraverso gli schermi, la società è testimone di eventi culturali che cambiano il mondo: incidenti, tragedie umane e disastri naturali, intervallati da momenti di leggerezza culturale pop in un flusso incessante di contenuti.

Clicca qui per maggiori informazioni

Marc Quinn. Historynow
Marc Quinn. Historynow

18. Alberi! 30 Frammenti di Storia d’Italia

M9 Museo del ’900 di Mestre, dall’11 marzo al 10 agosto

Una mostra sulla storia d’Italia raccontata attraverso gli alberi, il valore testimoniale che custodiscono e la relazione emotiva che questi esseri viventi hanno con le persone. Si tratta di Alberi! 30 Frammenti di Storia d’Italia, la mostra a cura della paesaggista Annalisa Metta, dell’arboricoltore Giovanni Morelli e del divulgatore Daniele Zovi, impreziosita dai disegni dell’illustratore Guido Scarabottolo, organizzata e prodotta dal M9 – Museo del ’900 di Mestre. La rassegna, accompagnata da un volume edito da Marsilio Arte, utilizza gli alberi per parlare delle storie del paese attraverso lo sguardo di questi testimoni silenziosi dei frammenti che compongono il poliedrico mosaico della storia d’Italia, recente e passata.

Clicca qui per maggiori informazioni

Alberi! 30 Frammenti di Storia d'Italia
Alberi! 30 Frammenti di Storia d’Italia

19. Paolo Gioli. Gli anni di Venezia (1960 – 1969)

Galleria In Corte, dal 14 aprile al 17 settembre

Galleria in Corte, nuovo spazio espositivo dedicato all’arte contemporanea a Venezia, propone la mostra Paolo Gioli. Gli anni di Venezia (1960 – 1969), curata da Nico Stringa, dedicata alle prime esperienze creative di Paolo Gioli (Rovigo, 1942 - Lendinara, 2022), importante e poliedrico artista che fu pittore, fotografo e regista sperimentale. L’esposizione nasce dalla volontà di amici e collezionisti, veneziani e non, di organizzare una antologia di opere pittoriche e grafiche del futuro film-maker e fotografo, mettendo a disposizione di tutti disegni e dipinti realizzati nel corso degli anni Sessanta in laguna, opere che ancora oggi, a più di mezzo secolo di distanza, non smettono di incantare e stupire.

Clicca qui per maggiori informazioni

Paolo Gioli. Gli anni di Venezia (1960 – 1969)
Paolo Gioli. Gli anni di Venezia (1960 – 1969)

20. Danh Vo, Isamu Noguchi, Park Seo-Bo

Fondazione Querini Stampalia, dal 20 aprile al 27 novembre

La Fondazione Querini Stampalia, in collaborazione con White Cube, presenta una mostra curata dall’artista Danh Vo (Ba Ria, 1975) insieme a Chiara Bertola, responsabile del programma d’arte contemporanea dell’istituzione. La rassegna, intitolata Danh Vo, Isamu Noguchi, Park Seo-Bo, pone in dialogo la pratica artistica di Danh Vo con l’opera di Park Seo-Bo (Yecheon, 1931), ampiamente riconosciuto come iniziatore del movimento artistico coreano Dansaekhwa (pittura monocroma), e di Isamu Noguchi (Los Angeles, 1904 – New York, 1988), importante scultore, architetto, designer e scenografo statunitense di origini giapponesi.

Clicca qui per maggiori informazioni

Danh Vo, Isamu Noguchi, Park Seo-Bo
Danh Vo, Isamu Noguchi, Park Seo-Bo

Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE


Visite e attività alla Cappella dei Magi di Palazzo Medici Riccardi per l'Epifania
Visite e attività alla Cappella dei Magi di Palazzo Medici Riccardi per l'Epifania
Segnacoli, l'installazione di Alberto Timossi sul Kothon dell'isola di Mozia
Segnacoli, l'installazione di Alberto Timossi sul Kothon dell'isola di Mozia
Roma, domenica 1 agosto ingresso gratuito in musei civici, mostre e aree archeologiche
Roma, domenica 1 agosto ingresso gratuito in musei civici, mostre e aree archeologiche
BIAF focus 1/3. Enrico Frascione: “lo Stato dovrebbe comperare, invece che notificare”
BIAF focus 1/3. Enrico Frascione: “lo Stato dovrebbe comperare, invece che notificare”
“Nelle Fiandre l'amore si celebra in tutte le forme e i colori”: la bellissima campagna per il restauro del Polittico di Van Eyck
“Nelle Fiandre l'amore si celebra in tutte le forme e i colori”: la bellissima campagna per il restauro del Polittico di Van Eyck
San Valentino: si entra con un biglietto per due al Museo di Capodimonte
San Valentino: si entra con un biglietto per due al Museo di Capodimonte